Valutazione delle Prove di Esame

Sommario


Corsi a Modulo Unico e Moduli di Corsi Integrati

Le seguenti informazioni riguardano:
  • Le prove di esame dei corsi a modulo unico:
    • p. es. la prova di esame di Fisica Generale T-1 del CdS in Ingegneria Informatica (Bologna);
  • Le prove di modulo dei corsi integrati:
    • p. es. la prova di modulo di Fisica Generale A e la prova di modulo di Fisica Generale B del corso di Fisica Generale (C.I.) dei CdS in Ingegneria Aerospaziale e Meccanica (Forlì).
Per le prove di esame dei corsi integrati si veda Corsi Integrati.

Ritorna al Sommario

Struttura della Prova di Esame

  • La verifica dell'apprendimento si basa su di una prova scritta.
  • I compiti d'esame sono costituiti da 3 esercizi (Esempio Esercizi) da risolvere (risultati numerici) e da 4 quesiti (Esempio Quesiti) a cui rispondere per esteso (risposte aperte sintetiche).
  • Il tempo massimo assegnato per le prove scritte è pari a 90 minuti.

Ritorna al Sommario

Registro Storico delle Valutazioni degli Esercizi e dei Quesiti

Gli esercizi e i quesiti d'esame sono tratti casualmente da una lista predefinita, disponibile agli studenti tramite World Wide Web. Il metodo di valutazione dei compiti utilizza un registro storico dei voti ottenuti per ogni singolo esercizio e per ogni singolo quesito della lista da tutti gli studenti che hanno affrontato il quesito o l'esercizio in sede di esame.
  • Il registro storico è mantenuto dall'A.A. 2010-2011.

Ritorna al Sommario

Esercizi di Esame

Gli esercizi sono attinenti al programma svolto a lezione e sono volti ad accertare che lo studente sia in grado di utilizzare i principi e le leggi della fisica per affrontare problemi concreti e ottenere i risultati finali richiesti; gli studenti devono riportare i valori numerici delle grandezze richieste, espressi nelle unità di misura proposte, mostrando familiarità con le regole dell' analisi dimensionale e capacità di eseguire calcoli numerici con la necessaria approssimazione; la valutazione è basata sull’accuratezza dei valori riportati.
  • Gli esercizi sono tratti casualmente da una lista di qualche centinaio di esercizi, disponibile agli studenti tramite World Wide Web:
    • In ogni prova di esame si utilizza la versione della lista che risulta disponibile sul Web 15 giorni prima della data dell'esame.
  • L'assegnazione degli esercizi è individuale ed è effettuata da un algoritmo (implementato in Python):
    • Due studenti seduti in posti vicini nello stesso turno non hanno alcun esercizio in comune;
    • Due studenti seduti nella stessa aula nello stesso turno non hanno più di un esercizio in comune;
  • L'algoritmo di assegnazione degli esercizi assicura comunque che la difficoltà dei compiti, valutata su base statistica (sulla base del registro storico dei risultati sul singolo esercizio), è approssimativamente la medesima per tutti gli studenti.
    • A tal fine, l'algoritmo classifica gli esercizi di esame in 3 gruppi, sulla base della difficoltà, valutata mediante il secondo terzile e — in caso di parità del secondo terzile — mediante la media delle valutazioni memorizzate nel registro storico.
    • A ogni studente è quindi assegnato un esercizio per ogni gruppo.
    • In ogni compito il primo esercizio è il più facile, il terzo esercizio è il più difficile.
  • Esempi di esercizi assegnati in una prova di esame sono alla pagina web: Esempio Esercizi.

Ritorna al Sommario

Quesiti di Esame

I quesiti sono attinenti al programma svolto a lezione e volti ad accertare che lo studente abbia compreso in profondità i principi della fisica e sia pertanto in grado di utilizzarli proficuamente per individuare le leggi che governano fenomeni fisici specifici; agli studenti è richiesta una risposta aperta sintetica.
  • I quesiti sono tratti casualmente da una lista di qualche centinaio di quesiti, disponibile agli studenti tramite World Wide Web:
    • In ogni prova di esame si utilizza la versione della lista che risulta disponibile sul Web 15 giorni prima della data dell'esame.
  • L'assegnazione dei quesiti è individuale ed è effettuata da un algoritmo (implementato in Python):
    • Due studenti seduti in posti vicini nello stesso turno non hanno alcun quesito in comune;
    • Due studenti seduti nella stessa aula nello stesso turno non hanno più di un quesito in comune;
  • L'algoritmo di assegnazione dei quesiti assicura comunque che la difficoltà dei compiti, valutata su base statistica (sulla base del registro storico dei risultati sul singolo quesito), è approssimativamente la medesima per tutti gli studenti.
    • A tal fine, l'algoritmo classifica i quesiti di esame in 4 gruppi, sulla base della difficoltà, valutata mediante il secondo terzile e — in caso di parità del secondo terzile — mediante la media delle valutazioni memorizzate nel registro storico.
    • A ogni studente è quindi assegnato un quesito per ogni gruppo.
    • In ogni compito il primo quesito è il più facile, il quarto quesito è il più difficile.
  • Esempi di quesiti assegnati in una prova di esame sono alla pagina web: Esempio Quesiti.

Ritorna al Sommario

Iscrizione alle Prove di Esame

Per motivi che sono evidenti nel seguente paragrafo (Preparazione dei compiti d'Esame), le liste di iscrizione (che si trovano su AlmaEsami) chiudono inderogabilmente 8 (otto) giorni prima della data della prova d'esame.
  • Non si accettano iscrizioni in ritardo per alcun motivo.
  • In assenza di iscrizione è assolutamente esclusa la partecipazione a una prova di esame.
  • La lista di iscrizione su AlmaEsami è comunque ritenuta valida. Non sono accettati reclami concernenti presunti errori del software.
  • Lo studente che desidera cancellarsi dalla lista di esame, deve farlo prima della chiusura delle liste. Altrimenti la prova di esame sarà verbalizzata con il giudizio "ritirato" (RT), a meno che non sia inviato per fax, al numero 051-3370039, un certificato medico che attesti problemi di salute che giustifichino l’assenza.

Ritorna al Sommario

Preparazione dei Compiti di Esame

Una volta che le liste d'esame sono chiuse (otto giorni prima della data della prova d'esame) il docente scarica la lista degli studenti iscritti da AlmaEsami e assegna tale lista a un programma (scritto utilizzando i linguaggi Python e LaTeX), il quale:
  • Suddivide gli studenti in turni (se il numero di studenti eccede 1/4 della capacità dell'aula);
  • Assegna agli studenti i posti;
  • Assegna agli studenti i quesiti e gli esercizi — seguendo i criteri enunciati in Esercizi d'Esame e Quesiti d'Esame;
  • Produce e stampa i compiti d'esame.
Prodotti i compiti, il docente pubblica sul web la lista dei turni.
  • Si osservi che — giunti a questo punto — è impossibile aggiungere studenti alla lista, perché l'aggiunta implicherebbe la ri-esecuzione dell'algoritmo, in particolare:
    • Il cambiamento dei turni per tutti gli studenti;
    • La ristampa di tutti i compiti (con conseguente spreco di carta).
  • Questo è il motivo per cui sono rispettate rigidamente le regole esposte al paragrafo Iscrizione alle Prove di Esame.

Ritorna al Sommario

Valutazione degli Esercizi di Esame

Gli esercizi sono valutati sulla base dei risultati numerici, i quali sono funzione di un parametro (numero intero casuale nell'intervallo [1,999]), denominato ξ (lettera greca xi), assegnato, individualmente, a ogni studente che sostenga la prova.
  • La valutazione del singolo esercizio è compresa nell'intervallo [0/3 , 3/3]:
    • 3/3 se il risultato è corretto entro 5 unità della terza cifra significativa;
    • 2/3 se il risultato è corretto entro 10 unità della terza cifra significativa;
    • 1/3 se il risultato è corretto entro 20 unità della terza cifra significativa oppure se la mantissa del risultato è corretto entro 5 unità della terza cifra significativa ma l'esponente diverso di una unità;
    • 0/3 in ogni altro caso.
  • Per esempio, se il risultato esatto di un esercizio è 3.24, sono assegnati sulla base dei risultati ottenuti dallo studente, i seguenti punteggi:

  risultato esatto = 3.24
risultato studente 3.03 3.04 3.13 3.14 3.18 3.19 3.29 3.30 3.34 3.35 3.44 3.45 −3.24 32.4 0.324 324 0.0324
punteggio assegnato 0 1 1 2 2 3 3 2 2 1 1 0 0 1 1 0 0

Ritorna al Sommario

Valutazione dei Quesiti di Esame

A ogni quesito è assegnata una valutazione compresa nell'intervallo [−1/3 , 3/3]:
  • La valutazione è basata sulla correttezza, la completezza, la chiarezza, e la sintesi delle risposte (in ordine di peso decrescente).
  • Sintesi significa esteso uso di figure, formule e simboli logici e ridotto uso di parole.

Ritorna al Sommario

Normalizzazione delle Valutazioni

Il risultato della valutazione del singolo esercizio e del singolo quesito è normalizzato in modo che il secondo terzile delle valutazioni di tale esercizio (memorizzate nel registro storico) corrisponda a un punteggio di 3/3. In altre parole il punteggio assegnato al singolo quesito/esercizio è moltiplicato per un fattore k per fare in modo che un terzo degli studenti che hanno affrontato l'esercizio ottenga la massima valutazione.
  • Supponiamo, per esempio che l'esercizio x_xx_xx sia stato affrontato da 9 studenti e che le valutazioni ottenute, memorizzate nel registro storico, siano:
    studente 1 2 3 4 5 6 7 8 9
    voto 2 3 0 1 0 2 3 2 2
  • Si dispongono i risultati in ordine crescente:
    posizione 1 2 3 4 5 6 7 8 9
    voto 0 0 1 2 2 2 2 3 3
  • Si individua il voto nella posizione a ⅔ della lista. In questo caso la lista è composta di 9 elementi, per cui consideriamo il voto nella sesta posizione (perché ⅔ · 9 = 6), che è un 2.
  • Per trasformare un 2 in un 3 occorre moltiplicare per k = 1.5.
  • Di conseguenza tutte le valutazioni dell'esercizio x_xx_xx sono moltiplicate per k = 1.5.
  • L'esercizio x_xx_xx, se correttamente eseguito vale quindi 3 · 1.5 = 4.5 punti invece di 3 punti.
  • Il fattore moltiplicativo k è limitato a 2.0, per cui il massimo punteggio di un esercizio o di un quesito è 6.
  • Esempi di punteggi di esercizi e quesiti sono alle pagine web: Esempio Punteggi Esercizi e Esempio Punteggi Quesiti.

Ritorna al Sommario

Calcolo delle Medie e Conversione in Trentesimi

Esercizi
  • Si calcola la media degli esercizi sommando i voti dei 3 esercizi e dividendo per 3;
  • Si converte la media degli esercizi in trentesimi, moltiplicando per 31/3;
  • Se tutti i 3 esercizi hanno valutazione massima, si limita il voto degli esercizi a 32/30;
  • Se non tutti i 3 esercizi hanno valutazione massima, si limita il voto degli esercizi a 30/30.
Quesiti
  • Si calcola la media dei quesiti sommando i voti dei 4 quesiti e dividendo per 4;
  • Si converte la media dei quesiti in trentesimi, moltiplicando per 31/3;
  • Se tutti i 4 quesiti hanno valutazione massima, si limita il voto dei quesiti a 32/30;
  • Se non tutti i 4 quesiti hanno valutazione massima, si limita il voto dei quesiti a 30/30.
Media Globale
  • Si calcola la media globale sommando la media degli esercizi e la media dei quesiti e dividendo per 2 il risultato;
  • Se media degli esercizi e media dei quesiti non sono entrambe strettamente superiori a 30/30 si limita la media globale a 30/30.

Ritorna al Sommario

Minimo/Massimo Punteggio in Trentesimi di un Esercizio o di un Quesito

A seguito del suddetto procedimento di calcolo, il contributo in trentesimi di esercizi e quesiti di punteggio minimo (3 punti) e punteggio massimo (6 punti) alla media esercizi / media quesiti e alla media globale vale quanto indicato nella seguente tabella:

Esercizio/Quesito contributo alla media esercizi/quesiti contributo alla media globale
Esercizio da 3 punti perfetto 10.333 / 30 5.167 / 30
Esercizio da 6 punti perfetto 20.667 / 30 10.333 / 30
Quesito da 3 punti perfetto 7.750 / 30 3.875 / 30
Quesito da 6 punti perfetto 15.500 / 30 7.750 / 30

Ritorna al Sommario

Requisiti per il Superamento delle Prove di Esame

La prova d'esame è ritenuta superata se sono soddisfatte simultaneamente le seguenti 3 condizioni:
  1. La media degli esercizi è superiore a 10.3/30 (≡ 1 esercizio da 3 punti perfetto);
  2. La media dei quesiti è superiore a 15.5/30 (≡ 2 quesiti da 3 punti perfetti);
  3. La media globale è superiore a 18/30.

Ritorna al Sommario

Voto Assegnato in una Prova di Esame

Il voto assegnato a una prova d'esame è:
  • 17/30 se la condizione (3) è superata ma almeno una delle condizioni (1) e (2) non è superata.
  • 30/30 e lode se la media aritmetica delle valutazioni degli esercizi è strettamente superiore a 30/30 e la media aritmetica delle valutazioni dei quesiti è strettamente superiore a 30/30.
  • La media riportata al punto (3), al massimo 30/30, in tutti gli altri casi.
Gli arrotondamenti si eseguono una volta sola, all'intero più vicino. La valutazione massima assegnata, sia per la media dei quesiti e degli esercizi, sia per la media globale tra esercizi e quesiti, è pari a 32/30.

Ritorna al Sommario

Valutazioni Negative

La valutazione negativa non comporta l'attribuzione di un voto. Essa è annotata mediante un giudizio sul verbale, secondo i casi ritirato (RT) o respinto (RE), non è inserita nel curriculum dello studente, pertanto non influisce sulla media della votazione finale (Regolamento didattico di Ateneo, art. 16, comma 7).
  • Allo studente che risulta iscritto alla lista di esame il giorno in sui si chiudono le iscrizioni ma non si presenta a sostenerla, ovvero allo studente che durante lo svolgimento del compito manifesta la volontà di ritirarsi, richiedendo al docente di apporre la marcature R sui fogli consegnati, è registrato il giudizio ritirato (RT).
  • Allo studente che consegna il compito per la correzione senza dichiarare la volontà di ritirarsi e ne riceve una valutazione insufficiente (minore di 18/30) è registrato il giudizio respinto (RE).

Ritorna al Sommario

Irregolarità Durante la Prova di Esame

Nel caso si verifichino irregolarità nello svolgimento della prova di esame (consultazione di testi, appunti più o meno miniaturizzati o memorizzati su dispositivi elettronici, utilizzo di telefoni cellulari, tablet, smart watch, smart glass o auricolari, comunicazione scritta o verbale con altri studenti, allontanamento dall'aula prima della consegna definitiva dell'elaborato, occupazione di un posto diverso da quello assegnato, ecc., si veda Regole di comportamento nelle prove scritte) è prevista l'espulsione dall'appello di esame e il deferimento all'autorità disciplinare competente.

Ritorna al Sommario


Corsi Integrati

Le seguenti informazioni riguardano le prove di esame dei corsi integrati:
  • p. es. la prova di esame del corso di Fisica Generale (C.I.) dei CdS in Ingegneria Aerospaziale e Meccanica (Forlì).

Ritorna al Sommario

Struttura della Prova di Esame

  • La verifica dell’apprendimento di un Corso Integrato costituito di n moduli prevede n prove separate (una Prova di Modulo per ogni modulo), che possono essere sostenute in giorni diversi (nel medesimo Anno Accademico) oppure nel medesimo giorno.
    • Per sostenere le due prove nello stesso giorno lo studente si deve iscrivere alla prova di Fisica Generale A su AlmaEsami e inviare una e-mail al docente con almeno 8 (otto) giorni di anticipo sulla data dell'esame, chiedendo di essere iscritti alla prova di Fisica Generale B lo stesso giorno.
  • La verifica dell’apprendimento del Corso Integrato Fisica Generale (C.I.) prevede due prove separate, che possono essere sostenute in giorni diversi (nel medesimo Anno Accademico) oppure nel medesimo giorno:
    • Una Prova di Modulo per il modulo di Fisica Generale A;
    • Una Prova di Modulo per il modulo di Fisica Generale B.
  • La struttura della Prova di Modulo di ogni modulo è descritta in Moduli di Corsi Integrati.
  • Il giudizio finale di Fisica Generale (C.I.) è sufficiente se entrambe le prove di modulo (Fisica Generale A e Fisica Generale B) sono sufficienti.
  • In caso di giudizio finale sufficiente, il voto assegnato è la media aritmetica delle valutazioni delle due prove di modulo (Fisica Generale A e Fisica Generale B), arrotondato all'intero più vicino.
  • La lode è assegnata nel giudizio finale di Fisica Generale (C.I.) nel caso a entrambe le prove di modulo (Fisica Generale A e Fisica Generale B) sia stata attribuita la lode.

Ritorna al Sommario


Liste Quesiti ed Esercizi

Le seguenti informazioni riguardano tutte le prove di esame dei CdS in Ingegneria Aerospaziale e Meccanica (Forlì) e del CdS in Ingegneria Informatica (Bologna).

Ritorna al Sommario

Fisica Generale A (Ing. Meccanica e Aerospaziale) – Fisica Generale T-1 (Ing. Informatica)

Nelle prove di Fisica Generale A (Ing. Meccanica e Aerospaziale) e Fisica Generale T-1 (Ing. Informatica) si utilizzano tutti e soli i quesiti e gli esercizi contenuti nei file: Ritorna al Sommario

Fisica Generale B (Ing. Meccanica e Aerospaziale)

Nelle prove di Fisica Generale B (Ing. Meccanica e Aerospaziale) si utilizzano tutti e soli i quesiti e gli esercizi contenuti nei file: Ritorna al Sommario


Domenico Galli - 2017-04-03
Edit | Attach | Watch | Print version | History: r15 < r14 < r13 < r12 < r11 | Backlinks | Raw View | Raw edit | More topic actions
Topic revision: r15 - 2018-07-02 - DomenicoGalli
 
This site is powered by the TWiki collaboration platform Powered by PerlCopyright © 2008-2021 by the contributing authors. All material on this collaboration platform is the property of the contributing authors.
Ideas, requests, problems regarding TWiki? Send feedback